Come richiedere il piccolo prestito INPDAP



Piccolo prestito INPDAPIl piccolo prestito INPDAP eroga una somma di denaro ai fini di poter risolvere improvvisi e urgenti bisogni di coloro i quali sono iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Questo prestito è rivolto ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Le domande per il prestito, vanno redatte sugli appositi modelli forniti dall’Istituto, devono essere presentate all’ Ufficio provinciale o territoriale dell’Inps Gestione ex Inpdap e il prestito deve essere restituito in 12, 24, 36 o 48 rate. Per la presentazione della domanda non è necessario presentare nessuna documentazione di spesa, motivazioni, o certificati medici. Sull’importo lordo vanno applicati un tasso di interesse nominale annuo del 4,25%, un’aliquota per spese di amministrazione dello 0,5%, e un’aliquota per fondo rischi.


  • Per i prestiti annuali è possibile fare domanda per un importo pari ad una mensilità media netta di stipendio o di pensione che va restituita in 12 rate mensili. Se il richiedente non presenta altre trattenute in corso per cessioni del quinto dello stipendio o della pensione può fare richiesta per una somma fino a due mensilità.
  • Per i prestiti biennali è possibile fare richiesta per un importo pari a due mensilità medie nette di stipendio o di pensione che devono essere restituite in 24 rate mensili. Se il richiedente non presenta altre trattenute per cessioni del quinto dello stipendio può fare richiesta per una somma fino a quattro mensilità.
  • Per i prestiti triennali è possibile presentare domanda per un importo pari a tre mensilità medie nette di stipendio o di pensione che vanno restituite in 36 rate mensili. Se il richiedente non presenta altre trattenute in corso per cessioni del quinto dello stipendio si può fare domanda per una somma fino a sei mensilità.
  • Per i prestiti quadriennali infine, si può presentare domanda per un importo pari a quattro mensilità medie nette di stipendio o di pensione che devono essere restituite in 48 rate mensili. Se il richiedente non ha ulteriori trattenute in corso per cessioni del quinto dello stipendio può fare domanda per una somma fino a otto mensilità.