Prestiti per giovani



Per i giovani oggi è sempre più difficile trovare un lavoro stabile e un contratto a tempo indeterminato e per questo che molti provano a mettere in campo le loro idee e aprire una propria attività. Iniziare un’attività risulta essere molto complicato, la prima cosa da fare è quella di strutturare un buon progetto, ma il più grande problema dei giovani è quello di trovare i fondi necessari a una nuova attività.

Tipologie di prestito

Oggi internet offre numerosi strumenti come www.finanziamentipergiovani.it che possono essere un’ottima guida per tutti quei ragazzi che vogliono aprire un’attività e cercano il modo per ottenere un prestito. L’Italia e l’Unione Europea stanno cercando di dare tutti gli strumenti necessari a chi vuole aprire un’attività imprenditoriale, infatti, ci sono diverse tipologie di prestiti volte soprattutto a chi ha al massimo 35 anni.

Prestito d’onore

Uno dei principali prestiti è quello d’onore che permette di avere un finanziamento a tasso agevolato che permette di ottenere fino a 25.835 euro per una persona e 130.000 per delle società di persone.


Questo tipo di prestito è dedicato alle persone maggiorenni che sono disoccupate da che siano residenti in Italia da almeno 6 mesi. Il prestito d’onore prevede che l’imprenditore restituisca la cifra ottenuta con assoluta calma una volta che la sua attività risulta avviata.

Prestito a fondo perduto

Per tutti gli under 35 c’è possibilità di scegliere un prestito a fondo perduto per aprire la propria attività. Il prestito a fondo perduto può essere finanziato dallo stato o dalla regione ed esistono anche dei prestiti che sono erogati direttamente dall’Unione Europea.

La particolarità di questi prestiti e che non prevedono la restituzione della somma e degli interessi maturati da parte dell’imprenditore. Questi prestiti sono dedicati a tutti quelli che hanno scelto di creare società sotto forma di S.A.S, SNC e SAPA e delle piccole medie cooperative.

Prestiti per giovani senza lavoro

Questi prestiti sono rivolti alle generazioni più giovani che non hanno lavoro a cui le banche danno la possibilità di accedere a questi tipi di prestiti senza la presenza della busta paga come garanzia.

Vengono imposte delle altre garanzie tra queste troviamo la fideiussione, dove basta la presenza di un garante che si fa carico del pagamento delle rate nel caso in cui non ci riesca il giovane o in alternativa si può presentare un contratto d’affitto o un’ipoteca su un immobile di proprietà.