Apertura di conti correnti per Protestati: cosa c’è da sapere

di | 18 Marzo 2022

In questo articolo si cercherà di spiegare passo dopo passo com’è possibile conto corrente se sei stato valutato come protestato, pignorato o cattivo pagatore in passato.

Che cos’è il conto corrente per protestati

Mentre alcune banche non valutano i loro conti correnti sulla storia di credito individuale, ce ne sono anche alcune che prendono in considerazione i protesti bancari.

Alcune banche venderanno prodotti finanziari direttamente a coloro che hanno avuto problemi finanziari in passato, e in altri casi (piuttosto rari) si fideranno di voi solo se una terza persona accetta di garantire per voi.

Come aprire un conto per protestati

La tua situazione per i conti correnti per protestati non è diversa rispetto agli altri conti, infatti allo stesso modo ti conviene comparare i prezzi, le condizioni e le varie offerte imposte dalle varie banche.

Una volta completata la domanda, la banca valuterà le tue informazioni. Se tutto è in ordine, è possibile aprire un conto. Le domande di online e mobile banking tendono ad essere elaborate più rapidamente di quelle tradizionali.

Infine va segnalato che esistono delle aziende specializzate proprio per aprire cc per protestati in modo più immediato e semplice rispetto ai normali istituti di credito.

Le carte prepagate con IBAN

Se dopo vari tentativi di aprire un conto bancario regolare per la tua organizzazione non ci sei riuscito e non vuoi perdere altro tempo per questo, ci sono ottime alternative come le carte prepagate con IBAN per la tua organizzazione per poter fare e ricevere trasferimenti bancari senza problemi.

La carta prepagata con IBAN Widiba può essere utilizzata come un conto corrente ed è emessa senza alcun controllo. Altre carte emesse senza controlli sono le carte prepagate PayPal e Postepay evolution.

Conclusioni

In conclusione, possiamo dire che le soluzioni sono essenzialmente due: una ricerca ben studiata delle banche che possono darvi fiducia, e la loro concessione dell’apertura di un conto. In alternativa non ti resta che cercare di pagare i debiti insoluti per rimuovere definitivamente il protesto.

Consigliamo di saldare i debiti al più presto per evitare ulteriori perdite di tempo, tra l’altro se siete iscritti nel Registro Informatico dei Reclami da meno di un anno avete la possibilità di cancellarvi semplicemente inviando una domanda di cancellazione all’Ufficio Reclami della vostra Camera di Commercio locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.