Consolidamento debiti

di | 17 Maggio 2012

Oggi è molto facile avere molti prestiti in corso, richiesti per soddisfare vari desideri e bisogni. Ma, proprio la varietà e variabilità di tali scadenze, può portare a dimenticanze e involute insolvenze. Proprio in questi la soluzione ideale sarebbe di procedere al consolidamento dei debiti. Grazie ciò è possibile unificare tutti i debiti che si hanno in un unico finanziamento ed in un’unica scadenza rateale. Il funzionamento del consolidamento debiti è semplice basta richiedere un finanziamento finalizzato la cui somma viene utilizzata per estinguere anticipatamente tutti i prestiti in corso, possiamo avere due casistiche di consolidamento:

1)       Se l’importo richiesto per l’estinzione dei prestiti è inferiore a 60.000 euro, allora la soluzione è indirizzata verso la richiesta di un prestito personale evitando di offrire a garanzia l’immobile con iscrizione di relativa ipoteca, evitando perizie, intervento del notaio e riducendo di molto i tempi di concessione.

2)       Se la somma richiesta per l’estinzione dei prestiti è superiore ai 60.000 Euro, la soluzione è quella di accendere un mutuo che permette tempi di restituzione molto più lunghi (anche 30 anni), e quindi di avere rate più contenute rispetto alla somma erogata. Caratteristiche per accedere ad un mutuo sono la presenza di un reddito costante, un’ipoteca su un’immobile di proprietà, l’intervento di un notaio, che vanno aumentare sia il costo della pratica che i tempi di concessione.

Con il consolidamento, oltre a ricevere la somma necessaria per coprire le esposizioni debitorie in essere, è possibile ricevere altro denaro per ulteriori esigenze di liquidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.