Cancellazione Crif

di | 2 Maggio 2012

Secondo la normativa attualmente vigente, è possibile rimuovere la posizione creditizia riferita a coloro i quali hanno pagato regolarmente finanziamenti o prestiti nel tempo. E’ bene sottolineare che comunque ciò non porterà alcun tipo di beneficio poiché i creditori, valutando positivamente il fatto che si è sempre riusciti a pagare regolarmente le rate di qualsiasi debito, richiederanno anzi ulteriori garanzie qualora nel database non risultino informazioni riguardanti la vostra persona. Il ragionamento è semplice, chi paga regolarmente i propri debiti continuerà a farlo in futuro ma è anche vero il contrario e cioè che chi non è riuscito a pagare i propri debiti resterà probabilmente un cattivo pagatore. Ovviamente però, per coloro i quali hanno avuto problemi con le banche dati o sono stati truffati con l’inserimento indebito delle proprie generalità, la legge offre l’opportunità di cancellarsi dal Crif gratuitamente, oppure è possibile aggiornare le proprie informazioni rivolgendosi al SIC o all’istituto di credito che ha inoltrato la segnalazione.

Non è ovviamente consentito  richiedere cancellazioni di eventuali ritardi nei pagamenti o morosità, poiché vengono accuratamente registrate per tutelare i creditori da eventuali cattivi pagatori. Nel primo caso però, cioè in caso di ritardo nel pagamento, è possibile aggiornare il proprio profilo inoltrando una comunicazione di avvenuta regolarizzazione di eventuali rate, evidenziando il fatto che bene o male colui che vi elargirà il denaro potrà essere sicuro in merito alla restituzione delle somme versate, proprio grazie alla buona fede ed onestà indicata nelle stesse banche dati. La normativa prevede inoltre che le segnalazioni di ritardi nei pagamenti successivamente sanati vengano cancellate in maniera automatica al passare di un anno per un limite massimo di una o due rate non corrisposte e qualora ovviamente non si verifichino ulteriori ritardi, mentre per un numero superiore di rate ciò avverrà nei successivi due anni qualora, dopo aver ovviamente saldato il tutto, non vi siano eventuali ulteriori ritardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.