Diventare un trader forex

di | 28 Agosto 2012

Il forex è una delle più grandi opportunità di guadagno per chi si occupa di finanza a livello amatoriale ma anche una troppo facile illusione, che spesso si trasforma in una delusione. Il fatto è che il trading è un’attività davvero allettante: si può svolgere da casa, non richiede grandi capitali iniziali e può portare a profitti davvero elevati. Non ci possiamo certo stupire se così tanti italiani, giovani o meno giovani, sognino di diventare trader. Il portale www.diventaretrader.com rappresenta senza dubbio una guida precisa e puntuale, molto completa dal punto di vista tecnico, per chi vuole diventare un trader forex e, magari, si trova nella necessità di trovare un buon broker per cominciare a sperimentare un po’ di trading. Ma prima ancora di passare agli aspetti tecnici, un buon trader (o aspirante tale) deve iniziare a focalizzarsi su alcuni aspetti di carattere, diciamo così, psicologico. Prima di tutto deve essere chiaro che il trading non può essere visto come un gioco d’azzardo, il trading è un’attività speculativa sui mercati che deve essere condotta con cognizione di causa, non a caso. In secondo luogo bisogna sempre tenere a mente che il trading è intrinsecamente rischioso: è vero che si possono fare grandi profitti, ma si rischia anche di perdere il proprio denaro. Quindi, soprattutto se non si è ancora diventati un trader professionista, è necessario calibrare oltremodo il denaro che si investe nell’attività di trading, evitando quindi di investire denaro che non ci si può permettere di perdere.

E non bisogna nemmeno esagerare con il trading, nemmeno se si stanno guadagnando un sacco di soldi. Uno dei nemici più grandi del trader è l’avidità, avidità che ha portato alla rovina completa anche persone molto esperte, figuriamoci cosa può accadere ad un principiante o una persona che sta studiando per diventare trader. Allo stesso modo, inoltre, bisogna temere l’ansia e la paura, perché possono far fare delle scelte sbagliate o comunque impedirci di incassare tutti i profitti che ci spettano. Il forex trader deve essere freddo, spassionato direi: le sue emozioni non devono affatto influenzare quello che la sua mente (o quella di un esperto se fa trading utilizzando dei servizi di segnali) ha pensato. Quindi, prima ancora di pensare a come diventare trader, sarebbe più opportuno pensare se si è adatti per farlo. E non mi sto riferendo alle conoscenze tecniche (quelle si imparano, online ci sono eccellenti risorse gratis per studiare e approfondire) ma propria alla proprie caratteristiche psicologiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.