Migliori Conti Deposito 2015

di | 12 Maggio 2015

Se si desidera trovare il modo meno rischioso per mettere al sicuro il proprio capitale senza però perdere l’opportunità di ricavare un guadagno nel corso del tempo, bisogna assolutamente aprire un conto deposito che ad oggi è uno degli investimenti più diffusi perchè ti consente di ottenere in base al capitale investito una rendita elevata senza rischiare di perdere i propri risparmi. Per poter aprire un conto deposito ovviamente bisogna possedere un conto corrente classico che servirà da base per poter effettuare on line le operazioni di trasferimento di capitale dal conto corrente al tuo conto deposito.

Migliori Conti Deposito

Tutt’ora esistono diversi conti deposito proposti dalle varie aziende bancarie e che sono soggetti ad una serie di variazioni a seconda del tipo di investimento che viene effettuato. Ovviamente le proposte ruotano intorno alla convenienza di non avere imposte fisse come l’apertura o la gestione del conto, come pure il pagamento dell’imposta di bollo a cui si aggiunge il dato più importante e cioè se la liquidazione degli interessi ha un vincolo oppure no. Senza dimenticare che il miglior conto deposito varia anche a seconda della sua operatività che può essere esclusivamente on line o anche in filiale. Ad ogno modo i migliori conti deposito sono sostanzialmente 6, ognuno dei quali ha però dei margini di rischio che vanno calcolati in base alle proprie esigenze e aspettative:

1) Conto deposito vincolato di IBL Banca: è un conto deposito con una maggiore versatilità di azione sia on line che nella filiale che propone un interesse pari all’1,75% lordo annuo per vincoli a 12 mesi, dell‘1,50% lordo per vincoli a 6 mesi e del 2% per somme vincolate a 24 mesi. L’unica cosa che va pagata è l’imposta di bollo mentre non è prevista alcuna spesa per quanto riguarda l’apertura, la chiusura e la gestione del conto deposito

2) Rendimax Top di Banca Ifis: è un conto deposito molto particolare perché propone una serie di vantaggi come l’imposta di bollo pagata dalla banca e una liquidazione totale degli interessi posticipata con una garanzia di rendimenti fino all’1,35% per 365 giorni di vincolo, che però non è svincolabile.

3) Conto deposito di Santander Consumer Bank: è un conto deposito che prevede un’attivazione e un’operatività sia on line che in filiale che assicura un tasso lordo annuo dell’1,50% ma per 365 giorni di deposito libero. Però la liquidazione degli interessi può essere solo trimestrale e l’imposta di bollo non è supportata dalla banca ma prevede un costo di 20 euro.

4) Conto deposito sicuro-Linea rendimento di Banca Marche: è un conto di deposito online tra i più redditizi e che offre degli interessi variabili a seconda dei vincoli prescelti, per cui si parla dell’1,90% per 3 mesi, del 2% per 6 mesi fino al 2,35% per 18 mesi. Malgrado non siano previste spese per l’apertura e il gestione del conto, c’è da pagare un’imposta di bollo di 59 euro, senza dimenticare che l’importo minimo per potere accedere al conto deposito è di 5.000 euro.

5) Conto Facto di Banca Farmafactoring: è un conto di deposito vincolato online con una liquidazione degli interessi posticipata che aiuta a scegliere il giorno esatto del vincolo. Tale conto non prevede spese fisse, anzi l’imposta di bollo è a carico della banca. Senza dimenticare che il Conto Facto offre un tasso di interesse lordo pari al 2,40% per vincoli a 365 giorni, non svincolabile

6) Conto deposito Arancio di ING Direct: è un conto deposito facilmente gestibile on line senza spese fisse con un’imposta di bolla però a carico dell’utente. Laddove gli interessi sono liquidati a fine anno o alla scadenza del vincolo, ma per chi sceglie di lasciare liberi i risparmi si assicura un tasso base annuo dello 0,70%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.