Quotazioni oro, discesa anche a lungo termine

di | 28 Agosto 2015

Le particolari condizioni economiche che stiamo vivendo da alcune settimane, stanno influenzando fortemente il valore di alcuni beni rifugio. E’ soprattutto l’oro come anche molti gioielli, a conoscere un vero e proprio crollo delle quotazioni. Il calo del prezioso metallo sta influendo negativamente sul mercato raggiungendo il minimo storico del valore che si è vissuto proprio in queste settimane quando il prezzo si è attestato al di sotto della soglia psicologica del 1.1oo dollari all’oncia. Un calo, di oltre quaranta punti percentuali nel giro di quattro anni; una situazione difficilmente riscontrabile nella storia. Una simile condizione sta portando ad una vera e propria impennata delle vendite da parte degli operatori del mercato e degli investitori istituzionali.

oro

Sembrano lontani i periodi in cui le quotazioni dell’oro vivevano un aumento continuo. Il valore del’oro, come di molti beni rifugio, vive momenti di forte espansione durante i periodi di crisi economica come quella che abbiamo vissuto dal 2008. Oggi, invece, delle particolari contingenze del panorama politico e soprattutto economico portano ad una discesa sempre più accentuata del valore del metallo prezioso. A causare il crollo delle quotazioni è, in primis, la bolla cinese a cui si aggiunge la situazione di forte incertezza della Grecia e di instabilità politica in varie parti del mondo.

Con il protrarsi di queste condizioni, è davvero difficile pronosticare un nuovo rialzo generale del valore. Le premesse non vanno in questa direzione, basti pensare che la Federal Reserve, con tutta probabilità, aumenterà ulteriormente il costo del denaro, con ricadute determinanti sull’economia statunitense che ne uscirà rinforzata. In tali condizioni non è solo del tutto improbabile una ripresa del valore dell’oro, ma anzi risulta del tutto preventivabile un nuovo tracollo del prezzo. Un sempre minore interesse per il metallo prezioso, quindi, nel prossimo futuro con una minore propensione alla conservazione del capitale, tipica dei momenti di ripresa economica. Per l’oro, quindi, si prevede una nuova ondata di vendite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.