Rollover e Swap Points

di | 14 Marzo 2012

Nel mercato FOREX, si possono eseguire diverse posizioni, in base a come si sceglie di gestire il tempo. La maggior parte delle posizioni aperte vengono chiuse in giornata (entro le 23 ora italiana), altre si aprono e si chiudono in pochissimo tempo (questa operazione prende il nome di “scalping”), ed infine ci sono le multi day, che vengono aperte e chiuse in due giorni differenti. Per le multi day, invece, viene messo in atto il rollover, quel meccanismo che entra in gioco nel caso in cui, a fine giornata (alle 23 ora italiana) si vuole lasciar aperta la posizione. Rappresenta la differenza dei tassi di interesse tra le due valute che si trovano in posizione aperta, ed è anche chiamato swap point (in italiano, “punto di swap”).

Per mezzo dei rollover, quindi, è possibile guadagnare se si sta acquistando la valuta con il tasso di interesse più alto e vendendo quella con il tasso più basso; è possibile invece perdere se si sta vendendo la valuta con il tasso di interesse più alto e acquistando quella con il tasso più basso. Il rollover è applicato in modo automatico dal broker, che per calcolarlo solitamente chiude la posizione a fine giornata per poi riaprila immediatamente. Per fare un esempio pratico: mercoledì alle ore 12 si ha una posizione aperta di una valuta EUR/USD. Il tasso di cambio è di 1.5750. Durante la giornata la quotazione cambia, e, alle 23 ora italiana, il prezzo è di 1.5775. Il broker chiude la posizione  ne apre una nuova con una data di valuta (in inglese “value date”) diversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.